DISCOVER THE SKY  DISCOVER THE SKY 

Una ripresa nadirale

Tempo di riprese aeree!

 

… Quella che vedete qui sopra, è una delle nostre ultime riprese, un bellissimo castello visto da un punto di vista decisamente inconsueto! Queste riprese apparentemente banali, nascondono invece non poche difficoltà....vediamo quali.

Per prima cosa...perchè si chiama Nadirale? Qui la spiegazione è un pochino complicata, semplificando molto il concetto possiamo dire che rispetto all'orizzonte, cioè al nostro sguardo all'infinito, si identificano altri due punti ben precisi. Lo ZENITH, un punto esattamente sopra la nostra testa, ed il NADIR; ossia un punto esattamente sotto i nostri piedi. Ora immaginate di guardare esattamente in basso, i vostri piedi, e di fare una foto et voilà....avete fatto una foto nadirale, ossia con la camera a 90 gradi verso il basso rispetto all'orizzonte. Ora immaginate di fare una foto del genere da 20, 30 metri di altezza e otterrete un rislutato come quello che vi abbiamo mostrato.

Scegliere il punto da dove scattare la foto è fondamentale, per far si che l'immagine sia gradevole, non piatta, e non abbia sproporzioni, cercando nello stesso tempo di far risaltare i dettagli. Un video nadirale è ancora più difficile da fare, perchè se il drone non percorre una traiettoria esattamente rettilinea il risultato sarà un filmato a forma di S che si vedrà impietosamente.

Per questa foto abbiamo scelto di porci più in alto della torre principale, a metà castello così da riempire l'inquadratura nel suo complesso, un pochino più arretrati rispetto alla torre per far vedere la sua estensione, e sfruttando l'ora dove le ombre vengono proiettate sui tetti così da avere un pò di tridimensionalità ed evitare un effetto troppo piatto...

Che dite, ci siamo riusciti?